Ed Sheeran patteggia accusa di plagio

di Valentina Cervelli Commenta

Ed Sheeran ha deciso di patteggiare nella causa relativa al presunto plagio di “Photograph“, una delle sue canzoni più apprezzate. Una mossa che va detto non era tra quelle che ci si aspettava dal cantautore. Cosa potrà averlo spinto in tal senso?

Ed Sheeran è tornato lo scorso gennaio dopo un anno di silenzio discografico e social pubblicando due canzoni davvero molto belle e diverse tra loro puoi inserite nell’album “Divide“: ovvero “Castle in the hill” e “Shape of you“. E questo aveva fatto dimenticare la polemica attorno al presunto plagio. Bisogna tornare quindi indietro nel tempo per ricordare cosa fosse accaduto: lo scorso anno gli autori Martin Harrington e  Thomas Leonard avevano citato il cantautore di Halifax in tribunale per provare che la sua “Photograph” fosse davvero troppo simile ad una loro canzone, “Amazing“. Un brani che tra l’altro ha raggiunto un discreto successo nel 2012  grazie a Matt Cardle, uno dei vincitori dell’edizione britannica di X Factor.

Morale della storia, Harrington e Leonard avevano chiesto a Ed Sheeran un risarcimento di 20 milioni di dollari, circa 18 milioni di euro, per violazione del diritto d’autore. Ed, dopo un anno di battaglia legale, ha preferito risolvere la questione trovando un accordo i quali termini non sono stati specificati. A livello tecnico, va sottolineato, i nomi dei due non sono comparsi tra i crediti registrati sul sito dell’ASCAP, quindi la domanda sulla tipologia di accordo trovato permane. Avrà corrisposto minori soldi o avranno deciso di aggiungere effettivamente i nomi dei due tra gli autori di “Photograph”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>