Lady Gaga contestata a Seoul

di Lucia D Antuono Commenta

Contestazione per Lady Gaga a Seoul, i coreani non vogliono che la cantante si esibisca nel loro paese.

Un inizio non proprio esaltante per il tour mondiale di Lady Gaga. La cantante italo-americana infatti ha dovuto fare i conti con una contestazione a Seoul, città di partenza del suo tour. I coreani insomma non hanno accolto con grande calore la popstar di fama mondiale, causa la sua reputazione non proprio da brava ragazza.

Sappiamo tutti come Lady Gaga ami provocare il pubblico e i media presentandosi in più circostanze con un fare piuttosto trasgressivo, questo però va contro i valori e principi della cultura religiosa coreana. Seoul quindi ha contestato Lady Gaga, alcuni crisitani conservatori hanno dato vita ad una vera e propria manifestazione per boicottare Miss Germanotta.

Non è stata probabilmente un’idea geniale quella della popstar di aprire il suo tour mondiale a Seoul, ma Lady Gaga ha intenzione di toccare praticamente tutti i paesi del mondo in questo suo grande evento di concerti, arrivando anche in zone dove la sua fama non è molto apprezzata. A quanto pare la cantante vorrà comunque stupire tutti, si parla da tempo di tour medievale per Lady Gaga, insomma con scenografie mozzafiato e travestimenti scandalosi.

Miss Germanotta in effetti non si è molto preoccupata della contestazione che ha avuto a Seoul, anzi arrivata in aeroporto si è presentata con un sensualissimo vestito bianco e una scollatura vertiginosa. Questo fa ancor più capire come la cantante pop se ne infischi dei giudizi altrui e continuerà ad essere il personaggio che si è costruito in questi anni. Intanto qui in Italia già si scalpita, Lady Gaga il 2 ottobre sarà a Milano con il suo tour e sicuramente non riceverà alcuna contestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>