Liam Gallagher presenta Different gear, still speeding

di Elena Botta 1

Liam Gallagher in questi giorni è in Italia per promuovere il suo primo album realizzato con i chitarristi Gem Archer e Andy Bell e il batterista Chris Sharrock ossia i Beady Eye, o meglio ancora, gli Oasis senza Noel Gallagher.

beady_eye

Liam Gallagher in questi giorni è in Italia per promuovere il suo primo album realizzato con i chitarristi Gem Archer e Andy Bell e il batterista Chris Sharrock ossia i Beady Eye, o meglio ancora, gli Oasis senza Noel Gallagher.
Infatti the chief, Noel ha abbandonato la band nell’estate del 2009 quando a Parigi hanno litigato per l’ennesima volta e ha deciso di intraprendere la carriera da solista, mollando Liam e soci in balia degli eventi.
E forse è stato un bene per entrambi, dato che Noel sta per lanciare sul mercato il suo album e Liam pare quasi una persona equilibrata; infatti ben lontani sono i tempi di Supersonic (ricordiamo che era un cocktail composto da coca cola, acqua tonica e gin) e di Cigarettes and alcohol e Liam sembra una persona posata e tranquilla (aveva infatti recentemente dichiarato di voler passare le serate sul divano in pantofole).



E così a Milano ha presentato il suo Different gear still speeding che uscirà il prossimo 28 febbraio e i proposito ha dichiarato: “Volevamo solo fare un grande album, concentrarci e passare il tempo in studio nel modo giusto. Ora posso dire che ci divertiamo davvero, facciamo la musica che ci piace. A noi non è mai interessata particolarmente la sperimentazione: semplicemente facciamo quello che ci riesce bene da sempre e cerchiamo di non fare c*****e“, peccato però che Liam recentemente abbia dichiarato che non sa di cosa parlino le sue canzoni (i testi se li scrive lui).
Per quanto riguarda gli artisti a cui si è ispirato per scrivere la sua musica, dice: “Amico, sono le solite di sempre: Beatles, Kinks, Rolling Stones, Elvis e Stone Roses. Noi facciamo riferimento a questa musica perché è quella che preferiamo e che la gente si aspetta da noi: il rock ‘n’ roll. Quando si è trattato di scrivere il disco ci abbiamo pensato in tre: io, Gem e Andy. Abbiamo composto un bel po’ di pezzi e poi abbiamo scelto i migliori“.
Adesso non ci aspetta altro che poter ascoltare l’album e vederli dal vivo all’Alcatraz di Milano il prossimo 3 marzo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>