Mtv Vma’s 2017: grandiosa Pink sulla bellezza

di Valentina Cervelli Commenta

Gli Mtv Vma’s 2017 hanno dato spazio non solo delle pessime scelte comportamentali di alcuni artisti ma anche ad un grande discorso di Pink in merito a come sia tempo che la società cambi per riconoscere tutti i tipi di bellezza.

Accettando il premio Michael Jackson Video Vanguard Award la cantante ha sottolineato come sia tempo di combattere gli stereotipi radicati nella società e insegnare alle persone dal mondo intero come sia importante accettare senza giudicare in base al pregiudizio. E lo ha fatto lanciando un messaggio alla figlia Willow di 6 anni ricordando di quando la stessa è tornata da scuola dicendo di sentirsi “brutta” perchè “simile ad un maschio”. Pink ha condiviso con i presenti il discorso che fece alla sua piccola, saggio e che tutti dovremmo fare nostro.

Mi ha detto: “Sono la bambina più brutta che conosco… sembro un bambino con i capelli lunghi”. Non le ho risposto, ma appena sono tornata a casa ho creato per lei una presentazione in Power point con le fotografie di Elton John, Michael Jackson, George Michael, Prince… artisti che quotidianamente hanno vissuto la loro libertà ed hanno ispirato tutti noi. Poi le ho chiesto: “Come ti sembro?” E lei mi ha risposto che sono bella, così le ho detto che anche a me ripetono spesso che sembro un maschio per il mio corpo. Così le ho nuovamente chiesto: “Mi faccio crescere i capelli per questo motivo? Cambio il mio look? No? Vedi che riempio comunque i posti in cui vado a cantare? Sì? Ecco, noi non cambiamo per nessuno, prendiamo la sabbia, prendiamo la conchiglia e creiamo una perla. E aiutiamo gli altri a cambiare in modo tale che possano vedere molti più generi di bellezza. Tu sei bellissima e io ti amo”.

Pink, signori e signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>