Canzone pubblicità Alfa Romeo MiTo Marzo 2012

di Lucia D Antuono Commenta

La canzone della pubblcità Alfa Romeo MiTo di Marzo 2012 è Graciosa di Moby.

L’Alfa Romeo presenta la nuova MiTo, un auto supertecnologica e all’avanguardia che come mostrato nello spot si adatta quanto più possibile ai cambiamenti. La pubblicità dell’Alfa Romeo MiTo 2012 mostra questa splendida auto che viaggia per la città consapevole di una propria meta e c’è una modella che anch’essa ha preso finalmente la decisione giusta, quella proprio del cambiamento.

Ciò che colpisce maggiormente della pubblicità dell’Alfa Romeo MiTo è sicuramente il brano che funge da colonna sonora. Si tratta di una canzone di Moby, Graciosa, che il grande cantante ha pubblicato come singolo nel lontano 1998. La ritroviamo poi nella raccolta Any Given Sunday Vol. 2 pubblicata nel 2000.

Graciosa è la canzone della pubblicità Alfa Romeo MiTo 2012, uno dei brani più accattivanti che il compositore di musica elettronica abbia mai realizzato. Moby ha iniziato la sua carriera negli anni Ottanta, concentrandosi principalmente sulla musica Techno. E’ però negli anni Novanta che riesce ad avere i primi grandi successi mondiali, diventando il vero re dell’elettronica. Con Play, uscito nel 2000, Moby arriva alla vera e propria consacrazione planetaria.

In questi anni ha pubblicato quasi venti album tra raccolte varie e nuove uscite, dimostrando di essere davvero un femonemo nel suo campo. La canzone pubblicità dell’Alfa Romeo MiTo, Graciosa, in effetti evidenzia ancor di più il grande talento di quest’artista, con un sound sempre più coinvolgente. In molti identificano in questo brano uno dei più belli di Moby, ascoltandolo in effetti non si può sicuramente dire il contrario. Scelta insomma più azzeccata per sponsorizzare la nuova Alfa Romeo MiTo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>