Canzone pubblicità Allianz luglio 2011

di Elena Botta Commenta

Da qualche giorno è in programmazione la nuova pubblicità della Allianz che mostra in un cartone animato come i vari imprevisti della vita possono mandare in fumo anni di lavoro, a meno che non ci sia un piano di protezione

images

Da qualche giorno è in programmazione la nuova pubblicità della Allianz che mostra in un cartone animato come i vari imprevisti della vita possono mandare in fumo anni di lavoro, a meno che non ci sia un piano di protezione.
Una famiglia che si trova l’appartamento allagato a causa di una lavatrice rotta è motivo di danni costosi sia per l’appartamento che per il condominio, ma se si ha un’assicurazione sulla casa, allora non c’è da preoccuparsi.
Infatti l’agente della Allianz sembra poter risolvere tutti i problemi, portando addirittura il sole in casa, permettendo così alle persone di tirare un sospiro di sollievo e fare un sorriso.
La canzone che fa da colonna sonora è la famosissima Let the Sunshine In, tratta dallo straordinario musical del 1969 Acquarius, adattato per il grande schermo dal grande Milos Forman.
Di seguito pubblichiamo il testo e la relativa traduzione.



Soldier 1:
We starve-look
At one another
Short of breath
Walking proudly in our winter coats
Wearing smells from laboratories
Facing a dying nation
Of moving paper fantasy
Listening for the new told lies
With supreme visions of lonely tunes

Soldier 2:
Somewhere
Inside something there is a rush of
Greatness
Who knows what stands in front of
Our lives
I fashion my future on films in space
Silence
Tells me secretly
Everything
Everything

Claude:
Manchester England England
Manchester England England
(Ensemble:Eyes look your last)
Across the Atlantic Sea
(Arms take your last
embrace)
And I’m a genius genius
(And lips oh you the
doors of breath)
I believe in God
(Seal with a righteous kiss)
And I believe that God believes in Claude
(Seal with a righteous kiss)
That’s me, that’s me, that’s me
(The rest is silence,
The rest is silence,
The rest is silence)

Ensemble:
Singing our space songs on a spider web sitar
Life is around you and in you
Answer for Timothy Leary, dearie

Let the sunshine
Let the sunshine in
The sunshine in
Let the sunshine
Let the sunshine in
The sunshine in
Let the sunshine
Let the sunshine in
The sun shine in…

TRADUZIONE
Noi cerchiamo un altro attimo di vita
mentre avanziamo “fieramente” con i nostri cappotti invernali
portando addosso la puzza dei laboratori
Affrontando una nazione trattata come un popolo di bambini
che ascolta le nuove bugie
che vengono accompagnate da supremi ideali e malinconiche melodie
Da qualche parte dentro di noi c’è qualcosa, è una spinta verso qualcosa di grande
Chi lo sa cosa sta in fronte alle nostre vite
Immagino il mio futuro come un film di fantascienza

E il silenzio mi ripete segretamente
Ogni cosa, ogni cosa

Manchester Inghilterra
dall’altra parte dell’Oceano
e io sono un genio, un genio
io credo in Dio
e io credo che Dio
crede in Claude
che sono io, sono io…
il resto è silenzio, il resto è silenzio
Noi cerchiamo un altro attimo di vita
mentre avanziamo “fieramente” con i nostri cappotti invernali
portando addosso la puzza dei laboratori
ffrontando una nazione trattata come un popolo di bambini
che ascolta le nuove bugie
che vengono accompagnate da supremi ideali e malinconiche melodie
(Mentre invece) cantavamo le nostre canzoni che parlano dello spazio accompagnandoci con un sitar fatto con una ragnatela
La vita è attorno a te ed in te
e una risposta arriva dal caro Timothy Leary
Fai entrare la luce del sole splendente
Fai entrare la luce del sole splendente
La luce del sole splendente

Fai entrare la luce del sole splendente
Fai entrare la luce del sole splendente
La luce del sole splendente

Fai entrare la luce del sole splendente
Fai entrare la luce del sole splendente
La luce del sole splendente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>