Colonna sonora Maternity Blues

di Filadelfo Scamporrino Commenta

La colonna sonora del film Maternity Blues, con etichetta Warner Chappell Music Italiana, è stata mixata e registrata a Roma, presso l’House Recording Studio, da Fabio Ferri e da Simone Ciammarughi.

Uscirà il 27 aprile del 2012, nelle migliori sale cinematografiche italiane, “Maternity Blues”, un interessante film drammatico diretto da Fabrizio Cattani ed interpretato da Andrea Osvart, Pierluigi Corallo, Monica Barladeanu, Lia Tanzi, Giulia Weber, Chiara Martegiani e, tra gli altri, anche Pascal Zullino, Marina Pennafina, Elodie Treccani, Daniele Pecci. Maternity Blues è un film prodotto in Italia e distribuito nel nostro Paese da Fandango a fronte di una colonna sonora originale di Paolo Vivaldi.

La colonna sonora del film Maternity Blues, con etichetta Warner Chappell Music Italiana, è stata mixata e registrata a Roma, presso l’House Recording Studio, da Fabio Ferri e da Simone Ciammarughi, mentre la programmazione e la preproduzione è stata affidata a Fabrizio Pigliucci.



COLONNA SONORA YOUNG ADULT

I musicisti che hanno realizzato la colonna sonora della pellicola sono quelli dell’Orchestra Concertissimo di Roma, con Laura Lungu all’organizzazione, Gilda Buttà al pianoforte ed Alessandro Sartini in qualità di maestro collaboratore.

COLONNA SONORA PARADISO AMARO

Maternity Blues è un film bello, drammatico ed impegnativo che racconta la storia di quattro donne, da un lato diverse tra di loro, e dall’altro accomunate da una gravissima colpa, quella dell’infanticidio. Non a caso le quattro donne passano le giornate ad espiare le loro colpe presso un ospedale psichiatrico a fronte di una convivenza tra di loro, comunque diverse, che è chiaramente forzata e portatrice di ulteriori sofferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>