Biglietti concerti reggono alla crisi

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Il crollo delle vendite di Cd, spesso purtroppo a causa della piaga della pirateria, ha portato oramai molti artisti a programmare lunghi tour in giro per l’Italia e spesso anche all’estero.

Nel 2011 i biglietti venduti per i concerti sono aumentati del 4,3% rispetto all’anno precedente. A fornire questo interessante dato è stata la Siae in concomitanza con il rilascio dell’Annuario 2001 dello Spettacolo in Italia.

Nonostante la crisi, quindi, i concerti continuano ad essere tra gli spettacoli più seguiti e gettonati dai consumatori di musica sebbene ci sia anche da dire che questo risultato è anche frutto della crisi del mercato discografico. Il crollo delle vendite di Cd, spesso purtroppo a causa della piaga della pirateria, ha portato oramai molti artisti a programmare lunghi tour in giro per l’Italia e spesso anche all’estero.




CANZONI PREMIO AMNESTY ITALIA 2012

Vivere di musica, anche per artisti noti al grande pubblico, è infatti diventato sempre più difficile se si pensa solo agli introiti attraverso la vendita dei dischi. Tolti infatti quei quattro/cinque mostri sacri della musica italiana, per gli altri c’è oramai sia da sgomitare, sia da impegnarsi per rimanere quanto più possibile sulla cresta dell’onda.

CANZONI FESTIVAL SANREMO 2012 SU ZUNE

Dal Rapporto annuale della Siae è emerso come siano stati i concerti di musica leggera quelli che hanno spinto in alto le vendite dei biglietti a fronte di un calo di quasi il 5% anno su anno per i ticket di ingresso agli spettacoli di musica jazz, mentre cresce la musica classica con un seppur modesto +2,3%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>