Live show Pink Floyd con Atom in Rome

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Tra musica, video e proiezioni, l’appuntamento del 9 febbraio del 2013 è presso l’Auditorium di via della Conciliazione con inizio alle ore 21.

Dopo la prima nazionale di sabato scorso, 19 gennaio del 2013, è fissato per in data 9 febbraio del 2013 il nuovo appuntamento con “Atom in Rome”, il live show che, con ben cento artisti sul palco, ripercorrere quindici anni di musica di una band che ha fatto la storia del rock, i Pink Floyd. Si parte infatti da Atom Heart Mother del 1970 fino ad arrivare a The Final Cut del 1983 in accordo con quanto riportato dal sito Internet ufficiale di Roma Capitale.

Tra musica, video e proiezioni, l’appuntamento del 9 febbraio del 2013 è presso l’Auditorium di via della Conciliazione con inizio alle ore 21. Dopo il sold out di sabato scorso, le informazioni per acquistare i biglietti per Atom in Rome si trovano al sito www.atominrome.com.



PINK FLOYD VINCONO CAUSA CONTRO EMI

Tra gli eventi di contorno, ma non meno importanti, segnaliamo per il 9 febbraio, sempre all’intero dell’Auditorium della Conciliazione, una mostra di rarità discografiche dei Pink Floyd a cura del gruppo The Lunatics.

LE 10 MIGLIORI BAND DELLA STORIA DELLA MUSICA SECONDO NOEL GALLAGHER

In forza al patrocinio di Roma Capitale, ed in particolare dell’assessorato alle Politiche Culturali e Centro storico, “Atom in Rome” è un grande evento che unisce più generazioni e che conferma come l’arte e la musica possano coesistere creando un potente strumento di unione e di dialogo. I biglietti per assistere ad Atom in Rome del 9 febbraio del 2013 si possono acquistare direttamente in prevendita presso il botteghino dell’Auditorium della Conciliazione, oppure online attraverso i circuiti di GreenTicket e di TicketOne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>