“Domani 21.04.09” inizia ad annoiare qualcuno

di Stefania Russo Commenta

In signolo Domani 21.04.09, realizzato a scopo benefico su iniziativa di Jovanotti e del cantante dei Negramaro Giuliano Sangiorgi e con la collaborazione..

domani

In signolo Domani 21.04.09, realizzato a scopo benefico su iniziativa di Jovanotti e del cantante dei Negramaro Giuliano Sangiorgi e con la collaborazione di tutti i più grandi cantanti italiani, ha avuto un successo strepitoso.

Sarà perchè i proventi saranno interamente devoluti alla ricostruzione del Conservatorio ”Alfredo Casella” e del Teatro Stabile d’Abruzzo, sarà perchè la canzone è piuttosto bella, fatto sta che il singolo è in cima alla classifica degli album più scaricati fin dalla prima settimana successiva alla sua pubblicazione.


Un’iniziativa lodevole, quindi, che però ha iniziato a stancare alcune persone. A pubblicare la notizia è stato Panorama che ha riportato lo sfogo pubblicato in un blog da una ragazza che si è detta stufa di ascoltare più volte al giorno questa canzone in radio.


A questa ragazza verrebbe subito da rispondere di cambiare stazione radiofonica se la musica trasmessa non è di suo gradimento ma il problema è che questa è una cosa che la ragazza non può fare, visto che lavora in un bar in cui la radio è accesa per tutta la durata dell’orario di apertura e, quindi, per tutta la durata del suo turno di lavoro.

La ragazza, in realtà, ci và giù dura e non risparmia affatto critiche verso questo brano che viene definito “banale e provincialotto”, mentre i cantanti che hanno partecipato sono considerati un gruppo di persone che non hanno nulla in comune.

Di certo non saranno d’accordo con queste dichiarazioni tutte le persone che sono corse ad acquistare il singolo o che lo hanno scaricato da internet, facendo registrare record di vendite e di digital download.

Fonte | Panorama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>