Rolling Stones, 5 milioni di sterline per suonare ad una festa privata

di Stefania Russo Commenta

Per chi sta organizzando il proprio matrimonio e non vuole assolutamente una cerimonia convenzionale magari un'idea potrebbe essere..

rolling_stones

Per chi sta organizzando il proprio matrimonio e non vuole assolutamente una cerimonia convenzionale magari un’idea potrebbe essere quella di far suonare i Rolling Stones.

Si, avete capito bene, i Rolling Stones sono disposti a suonare a feste private, ovviamente per poter avere al proprio matrimonio uno dei gruppi più famosi di tutti i tempi è necessario disporre di un ingente somma di denaro, ossia cinque milioni di sterline, che equivalgono a circa sei milioni di euro.


La notizia è stata riportata dal quotidiano britannico The Independent specificando che è questa la cifra che la band ha chiesto per suonare per circa un’ora e mezzo nel corso di una festa privata. Ma i Rolling Stones non sono affatto le uniche star della musica ad essere disposte a suonare verso un corrispettivo piuttosto salato, anche se da questo punto di vista la band inglese detiene il primato di più cara in assoluto.


Per due milioni di sterline, infatti, è possibile avere alla propria festa artisti come Kylie Minogue, Elton John, mentre si accontenta di un milione e mezzo Christina Aguilera, di un milione e trecento George Michael e di un milione Amy Winehouse, Jennifer Lopez, Leona Lewis e Paul McCartney.

Scendendo ancora troviamo Barry Manilow che chiede 750.000 sterline, Rod Stewart 600.000 e i Duran Duran che si accontentano di 500.000 sterline. Siete fan di Lady Gaga? Beh, per averla alla vostra festa bastano “solo” 60.000 sterline.

Se al vostro matrimonio ci sarà uno di queste star state certi che sarà un evento di cui si parlerà davvero a lungo, ma è certo anche che in questo caso l’attenzione degli ospiti non sarà su di voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>