Liam Gallagher produrrà un film sui Beatles con Johnny Depp

di Elena Botta Commenta

The Longest Cocktail Party: An Insider’s Diary of the Beatles, Their Million-dollar Apple Empire and Its Wild Rise and Fall è il titolo del libro scritto da Richard Di Lello nel 1973 sulla storia dei Beatles.

64809109

The Longest Cocktail Party: An Insider’s Diary of the Beatles, Their Million-dollar Apple Empire and Its Wild Rise and Fall è il titolo del libro scritto da Richard Di Lello nel 1973 sulla storia dei Beatles.
Ora i diritti di questo libro sono stati acquistati dalla 1 Productions che trasformerà la storia in un film.
Se qualcuno che sta leggendo è attento, si sarà accorto che la 1 Productions ha un nome familiare, infatti è la casa di produzione di Liam Gallagher (e chi sennò poteva produrre un film sui Beatles?) che ha deciso di voler esordire come produttore cinematografico, anche se in realtà non ne ha un’idea.
il fatto è che sicuramente questo sarà ancora una volta motivo di discussioni tra Liam e Noel in quanto tutti e due grandi fan del libro e tutti e due intenzionati a farne un film.



Il problema però è che Liam soffre di manie di grandezza (ricordiamo che l’ultima battuta in ordine di tempo è stata che il suo gruppo, i Beady Eye sono meglio degli Oasis, se non addirittura meglio dei Beatles stessi) e ha deciso che nella parte del giornalista onnipresente Derek Taylor, che accompagnò i Beatles durante tutta la loro carriera, vorrebbe Johnny Depp (che tra parentesi è anche un grande amico di suo fratello Noel, tanto che il riff di chitarra in Fade In Out dell’album Be Here Now è suo).
Allora il nostro amico Liam è volato a Cannes per chiedere a Depp se volesse partecipare al progetto e così ha poi rilasciato un’intervista al The Guardian spassosissima, in cui ha detto che lui non si occupa di balene o di sopracciglia trasandate (testuale ” I’m not gonna be doing films about whales or unkempt eyebrows.”) e che il film non tratterà delle audizioni dei Beatles.
Boh, ma Johnny Depp avrà capito cosa gli ha chiesto? E soprattutto Liam ha capito quello che ha detto o ha messo parole a caso una dietro l’altra?
Perchè noi francamente non abbiamo capito un’acca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>