Lacuna Coil, nuovo album

di Alessandro Bombardieri 1

Il nuovo album, disponibile su MySpace dal 20 aprile, abbraccia un suono più pop e melodico, dando ancora maggior risalto alle voci delle Scabbia e di Andrea Ferro.

lacuna_2coil

I Lacuna Coil, nota band gothic-rock italiana famosa più che altro oltre oceano, decide di cambiare il suo stile nel prossimo album. Abbandonano tutto quello che li contraddistingueva in precedenza, passando da uno stile molto rock, dark ad uno stile più melodico.

Cambiamenti che riguardando anche il look del gruppo e della cantante Cristina Scabbia, lasciando al passato vestiti di pelle, borchie e quant’altro.


Il nuovo album, disponibile su MySpace dal 20 aprile, abbraccia un suono più pop e melodico, dando ancora maggior risalto alle voci delle Scabbia e di Andrea Ferro.


L’album si chiama “Shallow Life” ed arriva in seguito al grandissimo successo mondiale riscontrato con Karmacode. Il primo singolo della band tratto dal nuovo album è “Spellbound”.

Il disco è nelle mani del producer americano Don Gilmore, già a fianco di Linkin Park e Avril Lavigne,; il sound abbandona decisamente il rock spinto degli ultimi anni, tendente al nu-metal per avvicinarsi di più al pubblico.

lacuna_coil2

La cantante Cristina Scabbia in risposta ai fan che temono un passaggio alla musica commerciale risponde: “Quando abbiamo cominciato eravamo chiaramente influenzati da gruppi come Paradise Lost e Type 0 Negative. Con gli anni siamo molto cambiati, ora è difficile dare un nome alla nostra musica. Ma il nuovo album è più rock che mai, qualche pezzo ricorda ancora il nostro vecchio materiale.”

I brani del nuovo album sono Survive, I Won’t Tell You, Not Enough, I’m Not Afraid, I Like It, Underdog,  The Pain, Spellbound, Wide Awake, The Maze, Unchained, Shallow Life.

I Lacuna Coil suoneranno a Milano per il Rock in Idro di giugno.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>