“Sincerità” di Arisa: tormentone o plagio?

di Stefania Russo 4

E' Arisa la vera rivelazione del Festival di Sanremo 2009 che non solo è riuscita a sbaragliare la concorrenza vincendo nella categoria..

arisa

E’ Arisa la vera rivelazione del Festival di Sanremo 2009 che non solo è riuscita a sbaragliare la concorrenza vincendo nella categoria Nuove Proposte ma è anche riuscita a conquistare la simpatia di tutti e a dimostrare di saper tenere bene il palco, nonostante sia ai primi esordi. La sua canzone “Sincerità” è diventata in pochissimi giorni un vero e proprio tormentone continuamente canticchiato da tutti.

In contemporanea al suo debutto al Festival è uscito anche il suo primo album intitolato “Sincerità“, proprio come la canzone che le ha regalato la vittoria. Arisa, oltre ad aver trionfato nella categoria Nuove Proposte, ha anche ricevuto il Premio Assomusica casa Sanremo, consueto premio che viene assegnato per la migliore esibizione dal vivo e che, in questo caso, ha avuto la seguente motivazione: “La canzone “Semplicità” viene arricchita dal personaggio Arisa che ha saputo creare un rapporto immediato con il pubblico. Nell’esibizione con il Maestro Luttazzi, Arisa ha dimostrato di saper calcare il palco con semplicità e dimestichezza adattandosi perfettamente all’atmosfera dell’arrangiamento swing del brano“.


Il brano di Arisa, tuttavia, oltre ai vari riconoscimenti ha suscitato anche una polemica piuttosto pesante. Alcuni acuti osservatori, infatti, hanno notato una somiglianza tra la canzone di Arisa, scritta per la giovane cantante da Giuseppe Anastasi, Maurizio Filardo e Giuseppe Mangiaracina, con “Somewhere nicer” della band britannica Obi, contenuta nell’album “The magic land of radio” datato 2001, brano noto soprattutto per essere stato utilizzato negli spot della carta Visa e della Opel Astra. Per ascoltarla basta andare sul MySpace ufficiale del gruppo all’indirizzo www.myspace.com/obitheband.

Alcuni, inoltre, hanno parlato della somiglianza dello stesso brano di Arisa anche con un’altra canzone. In questo caso si tratta di “Starry Starry Night” di Vincent Don McLean. Per ora, tuttavia, in entrambi i casi si tratta solo di voci e non si può comunque ancora parlare di plagio.


Il testo della canzone:

Sincerità
Adesso è tutto così semplice
Con te che sei l’unico complice
Di questa storia magica
Sincerità
Un elemento imprescindibile
Per una relazione stabile
Che punti all’eternità
Adesso è un rapporto davvero
Ma siamo partiti da zero
All’inizio era poca ragione
Nel vortice della passione
E fare e rifare l’amore
Per ore, per ore, per ore
Aver poche cose da dirsi
Paura ed a volte pentirsi
Ed io coi miei sbalzi d’umore
E tu con le solite storie
Lasciarsi ogni due settimane
Bugie per non farmi soffrire
Ma a volte era meglio morire
Sincerità
Adesso è tutto così semplice
Con te che sei l’unico complice
Di questa storia magica
Sincerità
Un elemento imprescindibile
Per una relazione stabile
Che punti all’eternità
Adesso sembriamo due amici
Adesso noi siamo felici
Si litiga quello è normale
Ma poi si fa sempre l’amore
Parlando di tutto e di tutti
Facciamo duemila progetti
Tu a volte ritorni bambino
Ti stringo e ti tengo vicino
Sincerità
Scoprire tutti i lati deboli
Avere sogni come stimoli
Puntando all’eternità
Adesso tu sei mio
E ti appartengo anch’io
E mano ella mano dove andiamo si vedrà
Il sogno va da se, regina io e tu re
Di questa storia sempre a lieto fine
Sincerità
Adesso è tutto così semplice
Con te che sei l’unico complice
Di questa storia magica
Sincerità
Un elemento imprescindibile
Per una relazione stabile
Che punti all’eternità…

Ascolta “Sincerità”

Commenti (4)

  1. è “Vincent” di Don McLean ascoltatela…

    http://www.youtube.com/watch?v=dipFMJckZOM

    .. questa è classe!

  2. A me invece sembra come giro di note molto molto simile a Don’t Warry Be Happy di Bobby McFerrin, che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>