Orchestra e voce, il nuovo album di Francesco Renga

di Stefania Russo 4

Francesco Renga ha annunciato l'uscita del suo nuovo album intitolato Orchestra e voce...

20fj385520media2

Francesco Renga ha annunciato l’uscita del suo nuovo album intitolato “Orchestra e voce” che sarà disponibile per l’acquisto a partire dal 13 novembre.

Non si tratta di un album di inediti ma di una raccolta dei più grandi successi della musica italiana reinterpretati dal cantante bresciano che per l’occasione è accompagnato da un’orchestra di ben 50 elementi.


Il disco è prodotto e arrangiato da Celso Valli e nasce soprattutto dalla volontà di dare più spazio alla voce, un qualcosa che negli ultimi anni il mondo della musica ha più volte mostrato di aver perso.

Nelle canzoni di qualche anno fa, infatti, la voce del cantante veniva maggiormente sfruttata, sopratttutto in termini di potenza. La perdita di tutto questo è dovuta anche al fatto che molto spesso capita che diventano cantanti persone che non hanno affatto una buona estensione vocale, dote questa che invece Renga ha più volte dimostrato di avere.


Ma l’idea di relaizzare un album di cover, come ha spiegato lo stesso cantante, nasce anche dal fatto che esattamente venti anni fa Renga ha debuttato nel mondo della musica con i Timoria cantando cover di “Pugni Chiusi”, canzone scritta da Ricky Gianco e registrata dai Ribelli.

La sua carriera, quindi, come quella di quasi tutti i cantanti, è iniziata cantando una cover e quale modo migliore per festeggiare questi venti anni di successi se non con un album di cover?

Parlando di questo nuovo disco, in particolare, Renga ha affermato: “Il mio desiderio è stato quello di fare un punto su questi vent’anni di attività, di studio, di lavoro e soprattutto di canto, raccontandoli attraverso le canzoni popolari che, in modi diversi, per certi versi sorprendenti, hanno segnato il mio percorso artistico e la mia vita non solo professionale. La scelta del repertorio è passata attraverso un percorso a ritroso nel tempo, andando a pescare nei miei ricordi anche molto lontani. Come non aver voglia di cantare brani che hanno reso indimenticabile la canzone italiana nel mondo?”

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>