Madonna trionfa a San Siro

di Stefania Russo 1

Si è tenuto ieri sera allo stadio di San Siro l'attesissimo concerto-evento di Madonna a cui hanno partecipato ben 55000 persone giunte..

madonna concert

Si è tenuto ieri sera allo stadio di San Siro l’attesissimo concerto-evento di Madonna a cui hanno partecipato ben 55.000 persone giunte da tutta Italia per acclamare la regina del pop, che come suo solito è apparsa piuttosto contenta di esibirsi in Italia, paese di origine di suo padre.

La cantante ha fatto il suo ingresso seduta su una poltrona circondata da due grandi M e per più di due ore ha intrattenuto il pubblico cantando e ballando i suoi principali successi, ma del resto stiamo parlando di Madonna e, come al solito, non sono mancate le sorprese.


La più inaspettata e forse anche la più bella riguarda il regalo che Madonna ha deciso di fare ai suoi fan, quello di cantare dal vivo “Celebrate“, il nuovo singolo non ancora uscito che anticiperà “Celebration“, il suo Greatest Hits che uscirà a settembre.


Candy Shop” e “The Beat Goes On” sono i due brani che Madonna ha scelto per aprire il concerto, un vero e proprio evento in cui non poteva mancare il tributo a Michael Jachkson, realizzato sulle note del brano “Holiday” mentre sul maxischermo apparivano varie foto di Jackson da bambino. Durante il tributo a Jackson, inoltre, sul palco è salito un ballerino vestito proprio come lui.

Nonostante oramai la cantante sia una donna adulta e una mamma premurosa che saluta dal palco i suoi figli stiamo pur sempre parlando di Madonna, la donna che più di tutte incarna la trasgressione. Non poteva mancare, quindi, il momento trasgressivo che questa volta è stata inscenato al termine del brano “She’s Not Me“, quando Madonna ha baciato sulle labbra una delle sue ballerine.

Guarda il tributo di madonna a Michael Jackson:

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>