“Ora” è il nuovo disco di Jovanotti

di Stefania Russo Commenta

Il successore di "Safari" si intitolerà "Ora". A renderlo noto è stato lo stesso Jovanotti che negli ultimi mesi ha intrattenuto i suoi fan tramite messaggi su Twitter..

jovanotti0

Il successore di “Safari” si intitolerà “Ora“. A renderlo noto è stato lo stesso Jovanotti che negli ultimi mesi ha intrattenuto i suoi fan tramite messaggi su Twitter, attraverso cui li informava dello stato di lavorazione dell’album, delle sue prime impressioni e di altri tipi di curiosità.

Ed è stato proprio uno di questi messaggi, postato pochissimi giorni fa, ad informare i fan del cantante toscano dell’uscita del disco a gennaio, quindi prima di quanto precedentemente previsto.


Jovanotti ha così commentato il suo nuovo lavoro discografico: “Sono stupito da questo disco che sto facendo, ci stiamo lasciando andare e la musica scorre insieme a parole nuove: non vedo l’ora“. Secondo alcune indiscrezioni, inoltre, il cantante ha in serbo per i suoi fan diverse sorprese, tra cui alcune attività online che anticiperanno l’uscita del disco.

“Ora” arriva a tre anni di distanza da “Safari”, l’album più venduto in Italia nel 2008 e il più acquistato degli ultimi 5 anni grazie alle sue 600.000 copie vendute. L’eredità, dunque, è piuttosto pesante ma, come già detto, Jovanotti si è detto soddisfatto ed entusiasta del risultato, per cui non è detto che i numeri di Safari non vengano superati.

Del resto Jovanotti ha dimostrato di non aver per niente perso il suo talento di cantautore solo pochissimi mesi fa, quando ha realizzato il brano “Baciami ancora” come colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino, che si è aggiudicato il titolo di brano più scaricato dell’anno, oltre ad aver vinto il David di Donatello come miglior canzone originale per un film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>