Canzone pubblicità Chicco cucina parlante Novembre 2012

di Lucia D Antuono Commenta

La canzone pubblicità Chicco cucina parlante è C'est l'amour di Rosi Golan.

Per le piccole bambine che sognano di cucinare come la loro mammina, ecco che arriva la nuova cucina Chicco parlante che attraverso il gioco riesce come sempre ad insegnare nuove parole ai più piccoli. Non cambia insomma la filosofia Chicco che nei suoi giochi ha sempre puntato alla stimolazione verbale ed intellettuale dei più piccoli.

Nella pubblicità Chicco cucina parlante c’è una piccola bambina all’opera proprio con questo nuovo gioco accompagnata da aiutanti cuochi in cartone animato. Questa cucina parlante Chicco inoltre stimola i più piccoli anche ad acquisire sin dalla tenera età qualche parolina inglese.

httpv://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=xLjE6wdsCvc

In sottofondo sentiamo una canzone che abbiamo già avuto modo di ascoltare in qualche altra pubblicità, in questo caso però si tratta più che altro di una cover. La canzone pubblicità Chicco cucina parlante è C’est l’amour di Rosi Golan, una cantautrice israeliana che ha trovato il successo negli Stati Uniti, dove vive ormai da tantissimi anni.

httpv://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=EA3cpMpnakA

Rosi Golan è in attività da pochi anni, il primo album, The drifter and the gypsy, è stato pubblicato nel 2008 e la canzone pubblicità Chicco cucina parlante, C’est l’amour, fa parte proprio di questo lavoro discografico. Il genere utilizzato da Rosi Golan per le sue canzoni è il classico pop romantico, non è un caso che molti dei suoi brani li ritroviamo in telefilm come Grey’s anatomy o The vampire diaries in cui è soprattutto il romanticismo a farla da padrone. L’ultimo album pubblicato da Rosi Golan risale al 2011, per il momento non si hanno altre notizie interessanti su questa cantautrice israeliana dall’indiscutibile talento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>