I Concerti di Fabrizio De André

di Filadelfo Scamporrino Commenta

In accordo con quanto riportato dal sito Internet FondazioneDeAndre.it, “I Concerti” si compone di un cofanetto con ben sedici dischi ed un libro a colori di quasi duecento pagine.

Per gli amanti della canzone d’autore nei migliori negozi di dischi è già possibile trovare “I Concerti”, la raccolta di Fabrizio De André che ripercorrere tutto il suo repertorio live caratterizzato in particolare da otto tournée di successo.

In accordo con quanto riportato dal sito Internet FondazioneDeAndre.it, “I Concerti” si compone di un cofanetto con ben sedici dischi ed un libro a colori di quasi duecento pagine che ripercorrono e raccontano la storia musicale dell’artista attraverso delle canzoni live inedite per chi non ha assistito ai concerti del cantautore genovese. Ogni tournée, dal 1975 al 1998, viene raccontata con due dischi per riproporre atmosfere uniche ed esecuzioni in versione inedita di tanti brani famosi.



LE 10 MIGLIORI BAND DELLA STORIA DELLA MUSICA SECONDO NOEL GALLAGHER

Grande cantautore e poeta, Fabrizio De André oltre che nel panorama della musica italiana in oltre quaranta anni di carriera ha lasciato il segno, tra l’altro, anche nel mondo del cinema. Le sue musiche, infatti, sono presenti in numerosi film.

CANZONI PREMIO AMNESTY ITALIA 2012

Tra questi ricordiamo “La cuccagna”, “Palermo Shooting”, “Amore che vieni, amore che vai”, “O pai de Migueliño”, “Un piede in terra e l’altro in mare”, “Topo Galileo”, “In fabbrica”, “Ilona arriva con la pioggia”. Ed ancora “Non al denaro non all’amore ne al cielo”, “A correggere la fortuna” e “L’odore del sangue”, film del 2004 diretto da Mario Martone. Sulla carriera di Fabrizio De André sono stati realizzati e trasmessi in televisione, in prevalenza dalla Rai, anche numerosi speciali e documentari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>