Yahoo Musica diventa un portale

di gijno Commenta

Nel settore musica, Yahoo! non aveva mai avuto tanta fortuna, infatti una volta ha dovuto chiudere MusicMatch..

yahoo music

Con un cambio di rotta, Yahoo Music decide di diventare un portale e di indicizzare i contenuti di altri siti web.

Nel settore musica, Yahoo! non aveva mai avuto tanta fortuna, infatti una volta ha dovuto chiudere MusicMatch e, a febbraio 2008, aveva rinunciato a portare avanti il progetto Yahoo Music Limited in favore di Rhapsody.



Ora Yahoo! ha adottato il termine “open up” per indicare che si apre ai contenuti scritti dagli altri utenti. D’ora in poi, quindi, non venderà più contenuti musicali accordandosi con un unico fornitore, ma linkerà contenuti musicali altrui, come iTunes Music Store e Amazon Mp3.

Ora bisogna vedere a che tipo di risultati porterà questa scelta. Già in passato, infatti, c’erano stati due portali che avevano tentato questa strada, senza grande successo. C’erano infatti Listen.com e mp3.com che linkavano contenuti di altri siti web. Adesso, le posizioni sono cambiate: Listen.com è diventato Rhapsody e vende propri contenuti musicali, mentre mp3.com indicizza contenuti di altri siti, Rhapsody compreso.

Tra le altre novità che Yahoo! lancerà nelle prossime settimane, c’è anche un restyling della home page, che sarà possibile personalizzare con dei widget e delle applicazioni.

Intanto Yahoo! sta realizzando degli Hack Day affinché gli sviluppar inizino a costruire del programmi per integrare nella home o nella e-mail. Quindi la buona musica si ascolterà anche su Yahoo! anche se continua il fenomeno dello scaricamento di file musicali attraverso programmi di download come ad esempio Emule e Winmx. Emule gratis è possibile trovarlo sulla rete anche se è sempre meglio comprare cd originali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>