Multa ai giudici di X Factor chiesta dal Codacons

di Stefania Russo Commenta

A quanto pare le continue liti piene di parolacce a cui ci hanno abituato i giudici della terza edizione di X Factor non piacciono ai telespettatori..

Morgan

A quanto pare le continue liti piene di parolacce a cui ci hanno abituato i giudici della terza edizione di X Factor non piacciono ai telespettatori ma neanche al Codacons che ha chiesto alla Rai di procedere nei confronti dei tre giudici e di multarli affinchè capiscano che non possono continuare a dire parolacce in televisione e soprattutto in un programma trasmesso in prima serata e guardato anche da giovanissimi.

A far perdere la pazienza all’associazione dei consumatori è stato soprattutto il comportamento di Morgan che nel corso dell’ultima puntata per una divergenza di opinioni si è rivolto al pubblico, al conduttore e agli altri giudici pronunciando diverse parolacce e alzando il dito medio.


Attraverso un comunicato il Codacons ha fatto sapere che in ogni puntata vengono dette delle parolacce ma durante la puntata di mercoledì sera si è raggiunto un picco di volgarità che la Rai non può non considerare e lasciare impunito.


Nel comunicato, in particolare, il Codacons ha scritto: “i tre giudici del programma hanno perso il controllo e tutti e tre si sono abbandonati ad una escalation di parolacce e cattivo gusto, sfociata anche in gestacci che uno dei giudici ha rivolto al pubblico in studio“.

Il problema non è una o due parolacce pronunciate nel corso della trasmissione, anzi, il Codacons si è mostrato piuttosto tollerante affermando che in alcune situazioni può scappare a tutti una parolaccia, ma quello di ieri è stato uno spettacolo indecente e irrispettoso nei confronti dei telespettatori.

Il Codacons, dunque, chiede alla Rai di imporre una sanzione pecuniaria nei confronti dei tre giudici e anche nei confronti del conduttore Francesco Facchinetti che secondo l’associazione avrebbe dovuto fermare la discussione quando la situazione ha iniziato a degenerare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>