Coldplay, un nuovo album dal sapore electro

di Pina Commenta

Si intitola «A Head Full of Dreams», ed è l’ultima fatica discografica dei Coldplay. Il nuovo album di Chris Martin e compagni uscirà il quattro dicembre. Tutta un’altra storia rispetto al precedente lavoro «Ghost Stories».

Prodotto dal duo norvegese Stargate, che ha all’attivo super hit di Rihanna e Beyoncè, il disco, cui collabora anche Rick Simpson, storico producer della band, è ben rappresentato dal singolo«Adventure of a Lifetime», una sorta di versione aggiornata di «Discoteque» degli U2.

Ottime premesse per la nuova release.

La lista degli ospiti è fitta di nomi e farà ingolosire gli esperti di cronaca rosa perchè comprende Gwyneth Paltrow, i loro due figli, Apple e Moses, ma anche Annabelle Wallis, dunque la ex moglie diva di Hollywood e la nuova fidanzata attrice british di Chris Martin.

La Paltrow, che notoriamente canta bene, condivide con il suo ex «Everglow», una ballata romantica sull’amore che dura nel tempo. La Wallis invece fa parte del coro che accompagna il pezzo finale, dove a tutti gli ospiti si aggiungono Brian Eno e Noel Gallagher che produce un’elegante assolo di chitarra. E rimanendo in tema di ospiti il nome più glamour è Beyoncè che in «Hymn for the Weekend» si porta dietro il suo consueto sovraccarico di suoni elettronici e arrangiamenti in un clima R&B e un testo in cui si sfiora l’universo Baci Perugina con la frase «life is a drink love is a drug (la vita è un drink l’amore è una droga). Il più inaspettato è il presidente Obama del quale si ascolta un frammento di »Amazing Grace, cantata ai funerali del Reverendo Pinckney a Charleston in coda a «Kaleidoscope», un brano costruito attorno a un testo ispirato a una poesia di Rumi, il poeta e mistico sufi, letta dall’attore Coleman Barks e suonata al piano da Khatia Buniatishvili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>