“Casi Ciclici”, il nuovo tour di Max Gazzè

di Stefania Russo Commenta

Tutti i fans di Max Gazzè saranno contenti di sapere che il cantante ha deciso di intraprendere un progetto piuttosto..

Tutti i fans di Max Gazzè saranno contenti di sapere che il cantante ha deciso di intraprendere un progetto piuttosto innovativo, ambizioso e accattivante. Max, infatti, ha fissato le date di un tour teatrale che, però, rispetto a quello degli altri suoi colleghi, presenta numerose differenze.

Più che un concerto, infatti, quello organizzato da Max Gazzè sarà più che altro una sorta di show audiovisivo. Le canzoni cantate dal vivo, infatti, saranno accompagnate da una serie di immagini che avranno lo scopo di conferire alle parole un contenuto più profondo.


Il progetto prende il nome di “Casi Ciclici” e vedrà la partecipazione di numerosi artisti normalmente abituati a trattare generi musicali molto diversi tra loro come Megahertz (teremin e sintetizzatori) Sergio Carnevale (batteria), Silvia Catasta (flauto traverso e ottavino) e il Quartetto d’Archi EdoDea. Tutto ciò a testimonianza del completo disinteresse di Max per i generi musicali tradizionali e preimpostati.

Un progetto assolutamente unico e senza precedenti che appare interessante e riesce ad incuriosire anche chi non è un fan di Gazzè. Per questo gli appuntamenti già si preannunciano sold-out.


La rappresentazione della canzoni avrà un ordine ben determinato concepito proprio in funzione dello scopo dello spettacolo: dimostrare la ciclicità che appartiene a tutto quanto ci circonda.

Ecco le date rese note fino ad ora:

  • 6 marzo Crema – Teatro San Domenico
  • 9 marzo Bologna – Arena del Sole
  • 28 marzo Milano – Teatro Ciak
  • 4 aprile Barletta – Pala Disfida
  • 6 aprile Firenze – Teatro Piccini
  • 18 aprile Roma – Auditorium Conciliazione
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

    You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>