O’Scià Sesta edizione

di Alessandro Bombardieri Commenta

Manca davvero poco all’inizio dell’edizione 2008 del O’Scia, l’evento musicale e culturale organizzato dal cantautore Claudio Baglioni..

O\'scià sesta edizione

Manca davvero poco all’inizio dell’edizione 2008 del O’Scia, l’evento musicale e culturale organizzato dal cantautore Claudio Baglioni sull’Isola di Lampedusa. Inizierà infatti il prossimo 24 settembre e per quattro serate vedrà un ricco programma.

Iniziato nel 2003 in sordina, come potrebbe essere una qualunque festa di piazza, concepito come una sorta di riconoscimento da parte di Baglioni al popolo lampedusano per il loro calore e ospitalità, di anno in anno cresce in spessore, in termini di livello degli ospiti e della spettacolarità.



Oltre 150 gli ospiti che si sono avvicendati nelle varie edizioni, con nomi del calibro di Mario Biondi, Sergio Cammariere, Le Vibrazoni, Avion Travel, Neri per Caso, Laura Pausini, Alex Britti, Fabio Concato, Pino Daniele e tanti altri di pari livello e prestigio.

Il programma di quest’anno prevede come già detto quattro serate con quattro temi distinti che le renderanno evento nell’evento.

Il 24 si aprirà O’Scia per la prima volta sulla vicina isola di Linosa, con un concerto in solitaria di Baglioni che si accompagnerà con chitarra e pianoforte, rivivendo la prima edizione dell’evento, con la stessa spontaneità e il contatto genuino e diretto col pubblico;
il 25 a Lampedusa, sulla spiaggia della Guitgia, si alterneranno contributi video della fiumana di artisti che hanno partecipato alle edizioni precedenti, con attese, ma non confermate estemporanee performances dell’artista romano;
il 25 Baglioni con Paolo Belli e l’Orchestra daranno vita ad una grande serata di spettacolo in musica;
il 26 preparatevi a tutto sul palco, assieme a Claudio Baglioni, salirà Rosario Fiorello, istrionico e poliedrico che darà vita ad una serata certamente unica.

Lo spettacolo O’Scia, nasce per opera di sensibilizzazione sulle problematiche dell’immigrazione clandestina, che vedono l’isola di Lampedusa inconsapevole e incolpevole protagonista di tristi vicende umane.

O’scia è il tipico e confidenziale saluto lampedusano, che letteralmente significa fiato mio, vita mia.

Baglioni ne ha creato un acronimo Odori Suoni Colori Incontri Arte.

Alcune immagini della passata edizione:

Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>