La musica contro la violenza

di gijno Commenta

Martedì 15 luglio, invece, si esibirà il duo composto da Paola Sabbatani (voce e fisarmonica) e Roberto Baroli..

A Bologna si terrà una tre giorni di musica, assolutamente gratuita, per dire no alla violenza, inserita all’interno del cartellone di Bolognaestate.

Si parte da sabato 5 luglio in Piazza Verdi con la rassegna ideata dalla “Casa delle donne per non subire violenza”. I cantanti sul palco saranno prevalentemente composti da donne: inizieranno “I luoghi sensibili all’ascolto“, trio composto da Graziana Borciani come voce, Maria Galantino al pianoforte e Alessio Alberghini al sassofono. Questo trio renderà omaggio a due grandi donne della musica mondiale: Barbara Streisand e Mina.

Martedì 15 luglio, invece, si esibirà il duo composto da Paola Sabbatani (voce e fisarmonica) e Roberto Baroli (contrabbasso), che presenteranno un rpertorio di canti popolari della tradizione italiana e internazionale.

Chiude questa rassegna, il 19 luglio, un trio di Jazz tutto femminile, composto da Debora Bettoli come voce, Camilla Missio al contrabbasso e Stefania Guerra al pianoforte: sono le “Harlem footwomes trio”.



La “Casa delle donne per non subire violenza” nasce nei mesi di maggio e di giugno 1985, quando a Bologna vi furono due casi di strupro contro tre ragazze minorenni. Da allora si formò un gruppo nutrito di donne che, incontrandosi in maniera regolare, iniziarono ad aiutare altre donne bisognose di aiuto. Ancora oggi questo “centro di incontro” bolognese è attivo e pienamente funzionale.

Una rassegna musicale, quella da loro organizzata, assolutamente di primissimo piano, sia per l’obiettivo che si pone, che per il calibro degli artisti sul palco della tre giorni.

gijno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>