“Made in Italy” sarà il titolo del nuovo album di Ligabue

di Pina Commenta

Il nutrito esercito di fans di Luciano Ligabue dovrà aspettare ancora un po’ prima di assistere al ritorno del suo beniamino. Nella fattispecie ci sarà da attendere ancora qualche mese, la fine del 2016 per l’esattezza, prima di poter ascoltare il nuovo album del cantautore italiano. Si tratterà del suo ventesimo disco, l’undicesimo di inediti, del quale è stato svelato il titolo:”Made in Italy”. C’è una novità: sarà il primo concept album del Liga, composto quindi da canzoni che trattano tutte un unico tema.

L’album verrà anticipato tra la fine di agosto e l’inizio di settembre dal primo singolo che verrà trasmesso in radio. Questo e altri due nuovi brani saranno inoltre in scaletta durante “Liga Rock Park”, in programma il 24 e il 25 settembre al Parco di Monza. I biglietti per la prima data sono già esauriti, ma ve ne sono ancora per la seconda.

Live e studio sono come sempre attività che vanno di pari passo per il rocker.

Dopo il terzo bagno di folla a Campovolo del 19 settembre del 2015, un’occasione speciale per festeggiare i primi 25 anni di carriera davanti a 150.000 fan provenienti da tutta Italia, Ligabue ha voluto trasportare quel tipo di esperienza a Monza, dove si esibirà per due megaconcerti il 24 e il 25 settembre.

Cosa sapere di più, nell’attesa?

Il disco sarà “una dichiarazione d’amore frustrato verso questo Paese raccontata attraverso la storia di un personaggio”, ha raccontato Ligabue nel corso di un’intervista al quotidiano Corriere della Sera.

Due mesi fa, intanto, il cantautore ha pubblicato la sua quinta fatica letteraria Scusate il disordine: un libro volutamente disordinato nello stile e nel metodo, con sedici racconti ognuno a se stante, in cui accade sempre qualcosa di surreale e di imprevisto. Proprio come nella vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>