Concerti musica Italia in linea con la fruizione culturale

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Stando al Rapporto di Federculture, la conferma in merito arriva anche dai musei statali che nell’ultimo anno hanno riportato un calo secco dei visitatori del 10%.

Nel 2012 in Italia il mercato dei concerti di musica ha fatto registrare un calo di settore dell’8,7% allineandosi a quella che è stata per la fruizione culturale una tendenza negativa. Questo è quanto è emerso, tra l’altro, dal Rapporto 2012 di Federculture che rivela, inoltre, come complessivamente la spesa per i servizi culturali e ricreativi delle famiglie sia scesa in Italia nell’anno del 4,4%.



CASA DEL JAZZ FESTIVAL A ROMA


E così, dopo dieci anni di crescita costante, con un aumento complessivo del 25,4% nel periodo dal 2002 al 2011, il 2012 è stato l’anno dell’inversione di tendenza a conferma di come la crisi economica sui consumi degli italiani abbia avuto un effetto fortemente negativo sulla cultura. Stando al Rapporto 2012 di Federculture, la conferma in merito arriva anche dai musei statali che nell’ultimo anno hanno riportato un calo secco dei visitatori del 10%.

MUSICA SAGRA DI BAGGIO

La crisi economica della cultura in Italia viene da lontano ed in particolare dalla sottrazione di risorse e dall’assenza di politiche per il sostegno del settore. Per Federculture è necessaria quindi una strategia nel nostro Paese prima che sia troppo tardi e prima che si abbatta il declino su quelle che sono le nostre migliori eccellenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>