Ascoltare musica in auto, passione tutta italiana

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Il Direttore Marketing di Direct Line, Barbara Panzeri, ha non a caso sottolineato come l’ascolto di musica alla guida debba sempre avvenire rispettando le dovute precauzioni.

Oltre sei automobilisti italiani su dieci, precisamente il 62%, ascoltano musica alla guida. A rivelarlo è un Rapporto del Centro Studi e Documentazione della compagnia di assicurazione Direct Line da cui è in particolare emerso come il genere musicale più gettonato in auto dagli italiani sia il pop seguito dal rock e poi la disco music ed il genere decisamente più distensivo rappresentato dalla musica classica.

Ascoltare la musica in auto sembra essere quindi un passione tutta italiana, ed in particolare per ben 24 milioni di persone alla guida chiamate in ogni caso a tenere il volume non troppo alto per ragioni di sicurezza stradale. Il Direttore Marketing di Direct Line, Barbara Panzeri, ha non a caso sottolineato come l’ascolto di musica alla guida debba sempre avvenire rispettando le dovute precauzioni.



SIMONE CRISTICCHI A SANREMO 2013 COL WEB 2.0

In particolare, provoca distrazione l’alto volume così come occorre evitare mentre si guida di giocherellare con il lettore Mp3 o con la radio. La musica più indicata, e rigorosamente a basso volume, è quella orecchiabile e rilassante che non distrae e che anzi può permettere di rimanere più concentrati alla guida.

CONCERTO PER L’EMILIA STADIO DALL’ARA DI BOLOGNA

Basti pensare che da uno studio condotto nel Regno Unito è emerso che canticchiare brani semplici ed orecchiabili favorisce la concentrazione alla guida. Invece la musica a palla può indurre l’automobilista ad avere una guida più nervosa e comportamenti aggressivi al volante assolutamente da evitare per la sicurezza propria e di quella altrui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>