Acrobati, il nuovo album di Daniele Silvestri uscirà il 26 febbraio

di Pina Commenta

Daniele Silvestri non nasconde la gioia per il suo ultimo album, Acrobati, in uscita il prossimo 26 febbraio. Lo descrive come un progetto nato da un iPhone pieno di appunti e idee, che si sono trasformate in canzoni dopo essersi chiuso con alcuni musicisti nello studio di registrazione di Roy Paci a Lecce.

Diciotto canzoni e settantaquattro minuti di musica, in un sottile equilibrio:

Il concetto di disobbedire alla gravità è un omaggio a Philippe Petit, giocoliere e funambolo francese che compare anche sulla copertina dell’album. Questo artista racconta la sua scelta di vita come forma di disobbedienza alla gravità definendola un crimine artistico:quest’idea di ribellione mi piace. Il fatto di compiere azioni senza protezione ha in sé qualcosa che nobilita la scelta ed è un atto che cattura l’attenzione e lo sguardo. Anche il mestiere di musicista, secondo me, deve un po’ fare questo: attirare un’attenzione incantata.

A dare il nome all’album la canzone “Acrobati”, scritta in volo tra Roma e Brindisi: “Visto dall’oblò di questo aereo, il mondo sembra bene organizzato, dell’uomo cogli l’operato serio il tratto netto, duro e ordinato. Ho cercato di fermare su nastro l’emozione meravigliosa di quando assisti a un parto (Silvestri, 47 anni, ha tre figli, l’ultimo nato nel 2014, ndr). In passato spesso mi sono occupato di attualità, di temi politici e sociali, stavolta ho cercato di evitarlo, ho provato ad allargare gli orizzonti raccontando storie con uno spirito più fanciullesco e cercando di realizzare un disco più poetico”. Al via anche il tour, il 27 febbraio con le prime quattro date già sold out: quella del 27 a Foligno, del 10 marzo a Genova, dell’11 marzo ad Aosta, del 12 marzo a Senigallia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>