Marracash, album a sorpresa ed Elodie sulla copertina

di Valentina Cervelli Commenta

Marracash è tornato con la sua musica, e sebbene fosse chiaro a tutti che qualcosa fosse già nell’aria, il rapper ha comunque sorpreso quando ha annunciato il suo nuovo disco, arrivato a due anni dalla sua ultima fatica musicale.

Un album che arriva dopo due anni da Persona

Più nello specifico sono passati due anni da “Persona” e non si può negare che la comunità musicale fosse in attesa di materiale nuovo proveniente dal rapper della Barona: l’annuncio è arrivato, come capita spesso di questi tempi, attraverso i social network e in particolare attraverso Instagram con “l’appoggio” di una intervista rilasciata a Rolling Stone dove ha parlato proprio del suo nuovo lavoro. La nuova raccolta di canzoni di Marracash si chiama “Noi, loro gli altri” e viene presentata con una particolarità davvero interessante, ovvero una trilogia di copertine tra le quali spunta anche la sua ex Elodie.

All’interno dell’album vi sono quattordici tracce nelle quali l’artista non fa sconti a nessuno, compreso se stesso e moltissimi altri. Come cover principale sarà usata “Noi“, sia sui cd che sui vinili: le cover “Loro” e “Gli altri” sono invece disponibili solo nell’edizione limitata del vinile. Nella prima copertina è possibile vedere Marracash posare al fianco della sua manager Paola Zukar, Elodie e altre persone, mentre in quella successiva il cantante si trova in compagnia del suo staff negli uffici della Universal di Milano e nella terza appare lui insieme a della gente tutta voltata di schiena. Tra le collaborazioni riscontrabili nell’album vi sono quella con Blanco, una delle nuove promesse dell’urban pop attuale, Calcutta e l’immancabile Guè Pequeno.

Concept legato all’osservazione della realtà

Come già anticipato Marracash è stato intervistato, in merito a “Noi, loro gli altri” dalla rivista di settore Rolling Stone e nel corso di questa chiacchierata ha raccontato il concept alla base del progetto, indicandolo come una indagine delle realtà ma tagliente. Un realtà che lui vede e comprende attraverso quelle che sono le sue sfaccettatura umane. Questo porta a ritrovare nei quattordici brani inseriti nella raccolta un artista spaccone ma anche poeta, la persona introversa ma anche capace d’intrattenere.

Importante protagonista dell’album è anche Milano con i suoi pregi e i suoi difetti, vista da qualcuno che la conosce e forse è un po’ parziale nei suoi confronti. L’intervista ha visto la partecipazione anche di Gué Pequeno e di Elodie, con il quale il cantante è rimasto in ottimi rapporti. Ha spiegato la cantante:

Oltre a volergli bene come persona, lo stimo come artista. Il suo processo creativo e incredibile. Ad alcuni brani sono particolarmente legata, perché contengono parecchio del periodo che abbiamo vissuto insieme, e mi riempie il cuore poterne essere stata parte.

Cosa dire, la curiosità è alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>