Paul McCartney: John Lennon non amava Let it be

di Valentina Cervelli Commenta

Let it be è uno dei successi più conosciuti e apprezzati dei Beatles, ma stando a quanto rivelato da Paul McCartney di recente in un’intervista, non si trattata di uno dei brani del gruppo tra i più amati di John Lennon. Scopriamo insieme il perché.

Let it be, le voci erano vere

La quarantena mondiale causata dalla pandemia di Coronavirus ha portato molti artisti a raccontare cose che forse in altri contesti non avrebbero rivelato. E tra queste è facile immaginare anche la conferma, da parte di Paul McCartney che John Lennon trovasse brutta Let it be.  Parlando con il conduttore radiofonico Howard Stern su SiriusXM parlando degli ultimi anni dei Beatles prima della separazione, il cantautore inglese ha lanciato la bomba. Sottolineando tra l’altro come i rapporti tra i membri della band al momento del loro distacco fossero molto più calmi e sereni rispetto a quello che la stampa sosteneva al tempo. Il baronetto ha anche aggiunto che sarà possibile verificare per i fan direttamente questa affermazione una volta che sarà uscito il documentario suo Beatles “Get Back“.

Al suo interno sono vi saranno infatti filmati mai visti finora proprio relativi alle sessioni di registrazione della canzone ed al periodo finale della loro unione. Testimonianze che dovrebbero mettere a tacere una volta per tutte la leggenda metropolitana che avrebbe voluto John e Paul particolarmente ai ferri corti prima dello scioglimento.

Una canzone non amata ma accettata da John Lennon

Secondo ciò che ha raccontato Paul McCartney ad Howard Stern, John Lennon pensava che Let it be fosse inadatta per far parte della discografia dei Beatles. Il baronetto spiega come l’ispirazione per il brano gli fosse venuta dopo aver sognato la madre defunta da 10 anni. A quanto pare John avrebbe espresso contrarietà all’inserimento della canzone nell’album salvo poi cedere perché, alla fine, “quello è Paul, cosa puoi dire“?

Insomma, vi sarebbe stato una sorta di compromesso alla base del raggiungimento della pubblicazione della canzone ed è stato confermato come Lennon non la ritenesse adatta e commentò come il brano non avesse “niente a che fare con i Beatles” e che poteva essere un “pezzo dei Wings“.

A prescindere dall’amore o meno di John Lennon per la canzone, è senza ombra di dubbio palese quanto la stessa sia al contrario amata dai fan di ogni età e generazione, a partire da quelli che i Beatles li hanno vissuti fino ad arrivare a coloro che stanno scoprendo ora la loro musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>