Liam Gallagher vorrebbe riunire gli Oasis

di Valentina Cervelli Commenta

Liam Gallagher vorrebbe riunire gli Oasis: il problema è che il fratello Noel, forse un po’ giustamente, tace e sembra non essere intenzionato a perdonare un fratello con il quale anche i rapporti umani si sono rovinati negli ultimi anni.

Una proposta di riunione degli Oasis dopo quasi dieci anni e fatta tramite Twitter.

Terra chiama Noel. Apri bene le orecchie, ragazzo: ho sentito che stai facendo concerti dove la gente non può bere alcol e questa è la cosa più strana che hai fatto fino a oggi, ma per questo ti perdono. Rimettiamo insieme i grandi Oasis e smettiamola di fare cazzate. Da bere pago io.

Questo è il messaggio che viene lanciato da Liam, e non è difficile capire perché sebbene un po’ lasci di stucco il fatto che l’uomo voglia ricreare la band dopo tutto quello che ha detto negli anni a tal proposito e per ciò che riguarda il fratello estraniato. Intendiamoci: gli Oasis come gruppo avevano davvero in pugno il mercato musicale rock.

Il messaggio completo lanciato al fratello Noel Gallagher non è di certo esempio dell’espressione forbita anglosassone, ma in fin dei conti mette in campo qualche scusa dovuta da parte del turbolento cantante inglese. Peccato che il fratello maggiore sembri non essere interessato. L’ultima volta che l’argomento era stato toccato ufficialmente, all’interno di un’intervista a Noel lo scorso novembre, la risposta era stata secca e seccata: non vi era nessun interesse ad una reunion completa.

Liam sembra non essere della stessa idea e non vuole, a quanto pare, considerare quel no come definitivo. A meno che non cambino le dinamiche tra i due fratelli, separatisi malamente nel 2009, difficilmente sarà possibile riavere il gruppo unito di una volta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>