Taylor Swift contro Scooter Braun: ha comprato diritti canzoni per dispetto

di Valentina Cervelli Commenta

Taylor Swift torna prepotentemente nelle cronache musicali non per l’album che da qui a poco uscirà, ma per una lettera aperta contro Scooter Braun, manager delle star, in merito all’acquisto dei diritti dei suoi album. Una mossa, secondo la cantautrice, fatta per dispetto.

Lo sfogo di Taylor Swift

Qualche giorno fa lo sfogo della cantante pubblicato su Tumblr, ha creato non poco scompiglio nel mondo della musica e tra i fan: Taylor Swift ha infatti reso pubblica la cessione dei diritti dei suoi album a Scooter Braun, manager tra gli altri di Justin Bieber, Ariana Grande e Demi Lovato da parte del capo della sua ex etichetta discografica Scott Borchetta, il quale avrebbe concluso la trattativa con l’agente pur sapendo del cattivo sangue che da tempo scorre tra i due: in primis per via di uno stunt pr finito male che coinvolgeva altri un altro cliente dell’uomo (Kayne West con l’aiuto della moglie Kim Kardashian) e per del bullismo che sarebbe stato perpetrato nei suoi confronti anche con la collaborazione di Justin Bieber.

La principale accusa, a livello legale, nei confronti del ex capo della Big Machine Records (l’etichetta è infatti stata venduta a Scooter Braun, non solo i diritti dei primi 6 album di Taylor, N.d.R.) è quella di non aver avvertito la giovane della compravendita. Ed è qui che sorge il primo problema: per quanto la sua percentuale sia irrisoria, Scott Swift, padre della cantante, è uno dei soci della casa discografica ed era quindi impossibile che non sapesse delle transazioni in atto.

Il valore delle canzoni di Taylor Swift

Per comprendere meglio perché Taylor Swift sia così adirata dal fatto che il suo catalogo sia finito nelle mani di Scooter Braun basta pensare al valore che i suoi 6 album possiedono: non si parla solo del volume di vendite degli stessi ma dei proventi derivanti dallo streaming e dalla riproduzione in concerti, film e telefilm delle sue canzoni. Taylor avrebbe voluto, giustamente, possedere i diritti delle proprie canzoni: la trattativa come è andata in porto, con l’acquisto dell’intera etichetta da parte di Braun, ha reso tutto ciò impossibile.

Contro o a favore di Taylor Swift

Lo scontro tra Taylor Swift e Scooter Braun ha ovviamente creato scompiglio ad Hollywood: se in molti si schierano infatti con l’ex cantante country, altrettanti pensano che la ragazza non la racconti giusta, soprattutto per via della presenza del padre tra gli azionisti dell’etichetta. Di una cosa si può stare certi: di questo si parlerà a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>