Madonna performer all’Eurovision?

di Valentina Cervelli Commenta

Madonna performer all’Eurovision? A quanto pare ci sarebbe un accordo quasi firmato tra gli organizzatori e la cantante italo americana: inutile dire che se questo dovesse davvero accadere l’edizione 2019 in Israele entrerebbe di diritto negli annali della manifestazione.

A dare la notizia sono stati alcuni quotidiani online israeliani, i quali ribadiscono che Madonna dovrebbe essere davvero parte integrante dell’Eurovision Song Contest, il quale quest’anno si terrà presso l’Expo International Convention Center di Tel Aviv. Va ammesso che non è la prima volta che questi rumors vengono lanciati con forza nel web. Alcuni siti avevano infatti già reso pubblica questa notizia nelle scorse settimane, quando si iniziò a raccontare che la produzione aveva in mente di spendere un cachet da far girare la testa pur di ottenere la presenza di Madonna alla manifestazione: un’occasione perfetta anche per lei dato che a breve dovrebbe presentare ai fan un nuovo progetto discografico.

Quel che è cambiato nelle ultime ore è che sembra vi sia una parziale ufficialità dell’evento. Il concorso, che si terrà il 14, il 16 e il 18 maggio e che per l’Italia vedrà gareggiare Mahmood con “Soldi”, ha tra i finanziatori nomi importanti dal grande peso tra cui Sylvan Adams che ha sottolineato:

Abbiamo contattato Madonna per provare ad aggiungere un po’ di sfarzo all’evento. Sembra essere la volta buona che venga qui e prenda parte all’Eurovision Song Contest.

Secondo il sito Mako, il cachet per l’esibizione si aggirerebbe intorno al milione e mezzo di dollari una cifra irrisoria per Adams che da sempre investe denaro per la promozione culturale interna ed esterna del proprio paese. E’ grazie a lui che nel 2018 il Giro d’Italia partì proprio da Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>