Youtube lancia musica in abbonamento

di Lucia D Antuono Commenta

E’ da anni che Youtube è utilizzato per ascoltare musica, grazie chiaramente ai vari video che i diversi cantanti propongono costantemente su tale canale. Ora però Youtube ha deciso di sfruttare ancor di più il campo musicale per proporre un servizio di musica in abbonamento.

Il successo di Spotify, la musica on demand in streaming, ha spinto anche Youtube ad insediarsi in questo campo. In poche parole sarà possibile ascoltare musica in abbonamento che garantirà anche dei vantaggi per i vari utenti iscritti.

Musica on demand in streaming Spotify sbarca in Italia

Sarà possibile accedere a funzioni supplementari senza la classica pubbicità che ritroviamo costantemente proprio prima di poter vedere i vari video su Youtube. Una mossa alquanto astuta ideata da Google per poter sfruttare ancor di più le milioni di visite che ogni giorno tale sito fornisce. Un’idea sicuramente volta a contrastare il successone mondiale di Spotify e non solo, in questo caso si cercherà di legalizzare sempre di più il campo della musica in streaming. Non è ancora chiaro quand’è che Youtube lancerà questo nuovo tipo di musica in abbonamento, Google sta lavorando al progetto proprio in questi giorni per rafforzare ancora più tale campo e chiaramente sfidare la concorrenza.

Spotify i 10 brani più ascoltati della prima settimana

Sicuramente l’introduzione di Spotify ha cambiato notevolmente il campo della musica digitale, invitando in questo modo i vari utenti ad ascoltare musica in modo prettamente legale. Ormai la discografia mondiale deve fare affidamento anche su queste nuove frontiere digitali per poter garantire maggior successo e poterne trarre anche un beneficio economico. Su Youtube arriva la musica in abbonamento, ogni giorno sbucheranno fuori sempre più novità riguardanti il mondo delle canzoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>