Adele è tornata in studio

di Lucia D Antuono Commenta

Dopo la notizia ufficiale di Adele e Robbie Williams canteranno insieme, ecco che altre news piuttosto succose arrivano dalla Gran Bretagna è riguardano il futuro imminente della cantante che ha conquistato record su record grazie all’ultimo album 21.

Adele è tornata in studio, finalmente la cantante inglese è pronta a dar vita ad un nuovo progetto discografico che molto probabimente potremo ascoltare nel 2014.

Sono stati mesi in cui Adele ha pensato soprattutto al suo primogenito, nato lo scorso ottobre. Una pausa non del tutto forzata visto che la cantante inglese, già prima di rimanere incinta, aveva dichiarato di volersi un po’ distaccare dal mondo dello showbiz pensando insomma di più alla sua vita reale. Ha così avuto modo di costruirsi una famiglia ed ora che il piccolo Angelo James è un po’ cresciutello, Adele ha pensato bene di tornare in studio e di realizzare finalmente il suo attesissimo album. C’è una bella sfida da affrontare per la cantante inglese, 19 e 21 sono stati dei lavori discografici che le hanno regalato grandissime soddisfazioni, sarà soprattutto difficilissimo riuscire ad eguagliare i risultati del suo ultimo album.

Adele al primo posto degli album più venduti del 2012 USA,
ma questo è solo un piccolo dettaglio di ciò che è stata capace di conquistare con 21, un prodotto che è riuscito ad essere in testa alle varie classifiche musicali internazionali per circa due anni. Ecco che allora Adele ha voluto con sé una squadra di collaboratori piuttosto importante con Jason Ford e Kid Harpoon, personaggi di spicco in campo musicale. C’è la necessità di trovare un sound che sia innovativo e altrettanto di successo, è importante in questo momento per Adele rinnovarsi per non ritrovarsi nuovamente àncorata al suo 21.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>