Ariana Grande, fan preoccupati per messaggi su Twitter

di Valentina Cervelli Commenta

Ariana Grande è la perfetta dimostrazione che ci si può dare forza per i fan e per portare a casa un’esibizione al top come quella del Coachella ed allo stesso tempo soffrire dentro: alcuni suoi messaggi lasciati su Twitter hanno fatto preoccupare e non poco i suoi fan nonostante le rassicurazioni poi giunte a stretto giro.

Non è un mistero che negli ultimi anni Ariana non abbia potuto godere della giusta serenità a partire dall’attentato a Manchester durante un suo concerto nel 2017, arrivando alla fine del suo fidanzamento con Pete Davison passando per il duro colpo della morte dell’ex Mac Miller. L’artista aveva risposto ad un tweet di un fan ed aveva poi scritto alcuni tweet ora rimossi:

Mi sento solo vuota e vorrei avere altro da dire / un’energia migliore da darvi. Ma non ho niente, vi amo.

A preoccupare, tra l’altro, è stata la pubblicazione, sempre da parte di Ariana Grande di una scansione del suo cervello mettendola a paragone con quella di una persona sana ed una affetta da disturbo da stress post-traumatico (PTSD): la sua era molto simile a quest’ultima. In questo caso però la cantante si è affrettata a rassicurare:

Non volevo spaventare nessuno mostrando il mio cervello. L’immagine mi ha colpita. L’ho trovata istruttiva e interessante, volevo incoraggiarvi ad assicurarvi di fare un controllo sul vostro cervello, ascoltare il vostro corpo e prendervi cura di voi. Un giorno, quando mi sentirò pronta o quando starò meglio, potremo parlarne. Sto lavorando continuamente sulla mia salute e sto imparando ad affrontare il dolore. Ogni giorno è diverso ma sto facendo del mio meglio. Continuerò a darvi tutta l’energia possibile e a fare del mio meglio anche se il mio cervello sembra un mappamondo. Vi voglio bene.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>