Francesco Gabbani, Samuel e Michele Bravi i più venduti

di Valentina Cervelli Commenta

Il Festival di Sanremo quest’anno è stato in grado di far uscire dalle sue file dei dischi che hanno venduto davvero bene: inutile dire che i nomi sono quelli che tutti si aspettavano per demografica e tipologia di brano: Francesco Gabbani, Samuel e Michele Bravi.

Secondo la classifica stilata dalla Federazione Industria Musicale Italiana, questa settimana l’album di Michele Bravi “Anime di Carta” è il disco più venduto seguito nell’ordine da

  • “Il codice della bellezza” di Samuel,
  • “24 febbraio 1967” di Gigi D’Alessio,
  • “Vietato Morire” di Ermal Meta,
  • “Le migliori” di Mina e Celentano,
  • “Il mestiere della vita” di Tiziano Ferro,
  • “Comunisti col Rolex” di J-Ax & Fedez,
  • “Combattente” di Fiorella Mannoia,
  • “Tutta colpa mia” di Elodie,
  • “Nessun posto è casa mia” di Chiara,
  • “Made in Italy” di Ligabue,
  • “Oronero” di Giorgia,
  • “Vascononstop” di Vasco Rossi,
  • “Sergio Sylvestre” di Sergio Sylvestre,
  •  “A casa tutto bene” di Brunori Sas.

Tra i singoli, quello di maggiore successo è “Occidentali’s Karma” di Francesco Gabbani. E su questo non si aveva il minimo dubbio: la canzone vincitrice di Sanremo per quanto si possano avere gusti differenti dal punto di vista musicale ha la capacità di catturare con il suo ritmo e la sua melodia a tal punto che si spendono più che volentieri soldi per acquistarla ed averne una copia.

Per una volta, a quanto pare, sono sì i talent ma non solo a conquistare le classifiche: tra J-Ax e Fedez e Mina e Celentano è fuori da ogni dubbio che gli italiani stiano esprimendo una particolare predilezione per le collaborazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>