Eurovision 2019: Mahmood secondo, vince l’Olanda

di Valentina Cervelli Commenta

Una finale entusiasmante quella dell’Eurovision 2019 per gli italiani che hanno visto sfuggire davanti ai propri occhi la vittoria per soli 27 voti: Mahmood con la sua “Soldi” si è classificato secondo, subito dietro all’olandese Duncan Laurence e la sua “Arcade“.

Va detto che erano diversi giorni che, al pari di Mahmood, il musicista proveniente dai Paesi Bassi era dato come favorito: ma questo non ha bloccato i tifosi/fan italiani e non solo dallo sperarci fino all’ultimo. Ma in qualche modo ci si accontenta: è uno dei piazzamenti migliori dall’ultima vittoria dell’Italia nella competizione, avvenuta nel 1990 con Toto Cutugno e la sua “Insieme“.  L’Italia si era classificata 4° per le giurie con 212 punti ed ha ricevuto al televoto  253 punti. Non siamo però tornati a casa a mani vuote: insieme agli autori Dario “Dardust” Faini e Charlie Charles, Mahmood ha vinto il Marcel Bezençon Award per la migliore composizione.

La vera delusione della serata è stata Madonna e non per le bonarie prese in giro sui social del suo “non capire” lo spirito trash ed animato dell’Eurovision (che quest’anno dal punto di vista dei partecipanti è stato particolarmente fiacco con le sue ballate, N.d.R.) ma per via di quelle innumerevoli stecche prese su “Like a Prayer“: bella la scenografia, le coreografie, bello tutto ma non si sale sul palco e si stona in quel modo dopo 3 giorni di prove.

Ad ogni modo anche quest’anno è andata: in molti ci hanno definito come il “Leonardo di Caprio” dell’Eurovision. Speriamo di riuscire a rompere questa maledizione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>