Negramaro, Lele Spedicato in prognosi riservata

di Valentina Cervelli Commenta

Queste sono le tragedie di cui non si vorrebbe parlare mai: Lele Spedicato, chitarrista dei Negramaro è ricoverato da ieri sera in ospedale a causa di un’emorragia celebrale che sta mettendo a rischio la sua vita. Per quanto le condizioni vengano definite stazionarie, la prognosi rimane riservata.

Una buona “notizia” la stazionarietà delle sue condizioni: non vi sono stati peggioramenti. Ecco l’ultimo bollettino emesso nella giornata di ieri:

Lecce, lunedì 17 settembre 2018

Emanuele Spedicato ricoverato nella Rianimazione
dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce

Emanuele Spedicato, chitarrista dei Negramaro, è ricoverato nella Rianimazione dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Il paziente è giunto in Pronto Soccorso questa mattina, trasportato da un’ambulanza del 118, dopo aver accusato un malore. I medici lo hanno immediatamente sottoposto ad una serie di esami diagnostici e, successivamente, ne hanno disposto il ricovero nel reparto di Rianimazione, dove è costantemente monitorato. Il quadro clinico presentato dal paziente non permette di sciogliere la prognosi, che resta riservata.

Da quanto si è evinto Lele Spedicato era in casa quando si è sentito male, in compagnia della moglie e della figlia. Da quanto è stato ricostruito la compagna di vita dell’uomo avrebbe chiamato il 118 dopo essersi accorta della gravità del malore. Tra le altre cose il chitarrista dei Negramaro, da quel che è stato raccontato, avrebbe battuto la testa dopo essersi sentito male e, dopo la chiamata della donna, sarebbe stato trasportato d’urgenza in ospedale.

La speranza è quella di veder guarire Lele e con il giusto tempo rivederlo insieme al suo gruppo. Non resta che attendere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>