Sanremo 2020, vince Diodato

di Valentina Cervelli Commenta

Alla fine la spunta uno dei favoriti della vigilia: è Diodato a vincere Sanremo 2020 con una ballad di quelle che era da un po’ che non se ne sentivano: al secondo posto un più che sufficiente Francesco Gabbani e al terzo posto degli “outsider” di autore che hanno meritato pienamente il podio ovvero i Pinguini Tattici Nucleari.

Un podio che soddisfa un po’ tutti

Un gruppo forse sconosciuto ai più ma che spopola sul web e dal vivo e che con la loro “Ringo Starr” hanno portato quella ventata d’aria fresca e di attualità che ha fatto bene a uno dei Sanremo più seguiti e di successo nonostante le polemiche e la squalifica di Morgan con Bugo.  In generale questo Festival è stato caratterizzato da buone canzoni, qualche stonatura e la conferma che la classifica demoscopica non sia propriamente in linea con il pensiero di chi fa streaming online o acquista in rete la musica. Il podio di questo anno, va comunque sottolineato, non si scosta troppo da quello che la gente vorrà sentire alla radio e sui propri dispositivi: si tratta in tutti i casi di brani orecchiabili, di diversa tipologia che è possibile canticchiare anche dopo qualche minuto di ascolto.

Forse Francesco Gabbani avrebbe meritato un risultato migliore, ma di certo chi ama la musica italiana non può sentirsi deluso dalla vittoria di Diodato.

Musica e non solo a Sanremo 2020

Sono pochi i cantanti in gara che hanno davvero deluso sul palco in un’edizione, la 70esima del Festival di Sanremo, che forse più di tutte ha tentato di cogliere il gusto di tutti gli italiani. Una menzione particolare deve essere fatta per Achille Lauro che non solo ha presentato una canzone piacevole ma che ha dato modo con le sue esibizioni di gettare finalmente alle ortiche tantissime brutture sociali mettendoci per primo la faccia, primo tra tutti quel maschilismo tossico di cui è permeata la società nella quale viviamo. È inutile dirlo: abbiamo aspettato ogni serata con grande trepidazione di vedere i suoi look particolari e la sua risposta a tutte le polemiche che lo hanno colpito e che ce lo hanno fatto amare ancora di più.

Diodato, come da regolamento, dovrebbe partecipare alla prossima edizione dell’Eurovision: chissà che con una ballata questa volta ci dica meglio. Certo, avremmo visto bene Achille Lauro o gli stessi Pinguini Tattici Nucleari essere nostri rappresentanti, ma conoscendo l’evento e il suo funzionamento… forse non tutto è perduto in fin dei conti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>